Home Recensioni Kayfun V5 (Replica)

Kayfun V5 (Replica)

766
0
SHARE
Kayfun V5- Emporio Vapori Magazine

L’atomizzatore che viene dal freddo è ormai giunto alla sua quinta versione, il modder Svoëmesto dopo aver sfornato il Kayfun V3 Mini ci propone, in una nuova veste, l’atom da tiro di guancia più popolare nel mondo dello svapo, il Kayfun V5.

La replica del Kayfun V5 prodotta da SJMY, clone 1:1 realizzato in acciaio 316L, è ben rifinita.

Features

  • Driptip anti riscaldamento con inserto in POM (inciso)
  • Ricarica dall’alto
  • Vetro in quarzo
  • Controllo liquido (completamente regolabile)
  • Deck allargata -> Set Up più comodo
  • Viti M2
  • Isolatore in PEEK
  • Afflusso del liquido maggiorato
  • Controllo flusso d’aria esterno
  • Afflusso dell’aria maggiorato (in posizione Max)
  • Acciaio inossidabile 316L
  • Connettore 510
  • Numero di serie per l’autenticazione
  • Facilità di montaggio e manutenzione
  • Diametro: 22mm
  • Altezza: 60mm (senza Driptip)
  • Capacità serbatoio: tank di vetro ~ 4 ml, tank in acciaio ~ 5mlKayfun 5 - Emporio Vapori Magazine

Contenuto della Confezione

  • 1x Kayfun V5 con tank in acciaio inciso
  • 1x Tank di vetro
  • 1x Set di O-Ring e viti di ricambio
  • 1x Manuale d’uso in inglese

Caratteristiche Estetiche e Qualità Costruttiva

La replica del kayfun V5 di SJMY si presenta, al primo colpo d’occhio, come un atom ben realizzato e regala anche alcuni preziosismi come l’engraving del logo di svoëmesto sul driptip, sul tank in acciaio e sulla campana. Qualità costruttiva che nota del peso; da “vuoto” con tank in Pyrex pesa circa 78gr e 88gr con tank in acciaio, non un peso piuma. In realtà, a livello estetico, il Kayfun V5 non si discosta molto dal fortunato Kayfun V3 mini, di cui mantiene il design e le caratteristiche tecniche.

Il Kayfun V5 si compone:

(partendo dall’alto)

  • Il DripTip con attacco classico 510, nella parte superiore c’è un piccolo inserto in POM bianco che serve a contenere il riscaldamento, ovviamente il driptip può essere sostituito con un altro, a patto che sia 510.
  • A sua volta, il driptip si collega a un tappo a vite e al cap superiore.
  • Svitando il cap superiore si ha accesso all’anello forato per effettuare il refill. Anello che svitato ricorda il caricatore di un Revolver.
  • Una volta svitato l’anello che funge da mezzo per il refill, possiamo togliere il tank e la campana con il camino. Anche questa presenta con l’incisione del marchio di Svoëmesto, e i sei fori di pescaggio del liquido e relativo controllo.
  • Kayfun V5 - Emporio Vapori Magazine Il Deck si presenta di forma circolare con due viti a croce poste alle estremità e in mezzo ad esse il foro dell’aria. Ovviamente questa scelta risulta azzeccata in quanto l’aria va a colpire la coil da sotto, aumentando la resa aromatica e il colpo in gola. Da non dimenticare i quattro forellini posti lateralmente per il passaggio del liquido.
  • Ultimo abbiamo l’anello che serve per la regolazione dell’aria dove si possono scegliere, ruotando, diversi step: 1 foro, 2 fori, 3 fori e 4 fori, attenzione la quantità va raddoppiata ad ogni step poiché lo stesso numero di fori è ripetuto dall’altro lato.

Refill

La modalità di ricarica del liquido nel Kayfun V5 è semplice ma ben congeniata. Permette una ricarica davvero pulita, dato la grandezza dei fori nell’anello che possono accogliere diversi tipi di beccucci o pipette.

N.B È consigliato, al fine di evitare perdite dai fori dell’aria che potrebbero avvenire, di chiudere – con la solita rotazione – i fori di pescaggio della campana.

Regolazione dell’aria

La ghiera, che costituisce la regolazione dell’aria del Kayfun V5, ha due asole, una per lato, e tirata leggermente verso l’alto permette la scelta delle diverse tipologie di areazione, una volta deciso basta tirare l’anello verso il basso e il gioco è fatto.

Il sistema di regolazione dell’aria forse è l’unica grande differenza, oltre quella delle dimensioni, tra il Kayfun V3 Mini e il Kayfun V5. Nel Kayfun V3 infatti la regolazione dell’aria è più macchinosa poiché è affidata a una piccola vite posta sotto l’atomizzatore vicino al pin 510.

Il Kayfun V5 come i suoi predecessori si rivolge a un tipo di svapo più rilassato. Il tiro di guancia si presta bene a liquidi da contemplazione, estratti e liquidi organici, i tabacchi in particolar modo. Da questo punto di vista la scelta di abbandonare il policarbonato per quanto riguarda i tank, risulta molto funzionale.

Rigenerazione

Per quanto riguarda la rigenerazione, è molto semplice e senza particolari difficoltà da parte dell’utilizzatore. Questo Kayfun V5 può alloggiare fili più spessi dei soliti 0.30 (28ga) per il tiro di guancia. Effettivamente la generosa regolazione dell’aria con la possibilità di alloggiare fili leggermente più importanti, fa pensare che questo Kayfun V5 strizzi un po’ l’occhio a una modalità di svapo più ariosa.

Una rigenerazione tipo per uno svapo di guancia da tutto il giorno potrebbe essere una coil con 5/6 spire di kanthal A1 28ga su punta da 2.5mm, per una resistenza totale di circa 1.0 ohm.

Conclusioni

Questa replica del Kayfun V5 di SJMY risulta ben fatta ed è un’ottima alternativa economica all’originale, pur non rinunciando al qualità e alla solidità.