Home Recensioni Pico Squeeze by Eleaf

Pico Squeeze by Eleaf

765
0
SHARE

 

Vorreste provare lo svapo in bottom feeder senza spendere molto?

Ci pensa Eleaf con la sua Pico Squeeze, una piccola box simil-meccanica – perché si comporta come una box senza circuito pur avendo alcune protezioni – a batteria singola, venduta in kit con il suo RDA o da sola.

Dopo la Kangertech con le sue dripbox, Eleaf si propone con la Pico Squeeze e si colloca nella fascia delle box BF economiche. In sostanza, cavalca l’onda del successo di un’altra box mod a marchio Eleaf, la Istick Pico, di cui mantiene le fattezze estetiche e il design vincente.

Features

  • Dimensioni: 46mm*23mm*102.5mm
  • Connettore tipo: 510
  • Potenza in uscita: 50W max
  • Resistenze supportate: 0.15ohm-3.5ohm
  • Porta micro usb
  • 5 click per accendere e spegnere box
  • Led di stato della batteria
  • Boccetta di 6.5 ml di capienza
  • Sportellino magnetico per accedere alla boccetta
  • Protezione polarità inversa delle batterie
  • Protezione cortocircuito
  • Protezione no atomizzatore
  • Protezione overheating (se il pulsante di attivazione viene premuto per più di 10s)
  • Tipo di batteria: 18650 ad alta scarica (es. Sony VTC5, LG HG2)
  • Colori: nero, bianco, silver, grigio, rosa

Contenuto Della Confezione (Nella Versione Con RDA)

  • 1x Pico Squeeze (batteria non fornita)
  • 1x Coral RDA
  • 2x Clapton Coil
  • 1x Pad di cotone
  • 1x Giravite a stella
  • 1x Cavo Usb – Micro Usb
  • 1x Boccetta dello squonk di ricambio (la Pico Squeeze arriva con una boccetta già montata)
  • 1x Manuale d’uso multilingua

Estetica e qualità costruttiva

Come già detto la Pico Squeeze non ha un circuito vero e proprio, non possiamo agire sul wattaggio, svapare in controllo della temperatura e fare tutte quelle cose che ci permette di fare una box circuitata.

Però non le mancano le protezioni base, il che la rende più simile a una box regolata in modalità Bypass che a una meccanica pura.

La qualità costruttiva è la solita a cui ci ha abituato la Eleaf, niente materiali nobili con un occhio volto alla praticità.

Di dimensioni davvero contenute, appena la si prende risulta leggerissima e anche con la batteria montata (+ verso il basso, verso l’alto) non risulta molto più pesante, il che la rende una box ottima da passeggio.

Una volta avvitato bene il tappo che chiude il vano batteria, questa non ha gioco e non “balla” seguendo i movimenti della box.

Le boccette in dotazione risultano morbide nello squonk. Il sistema di pescaggio è molto simile a quello visto in precedenza nella DripBox della Kangertech, che non da problemi di perdite e riesce a lavorare anche con liquidi densi garantendo anche un buon risucchio.

Solo per atomizzatori da 22 mm

L’unico difetto imputabile alla Pico Squeeze per alcuni potrebbe essere il fatto che può alloggiare solo atomizzatori BF da 22mm. Questo per via del tappo della batteria che riduce gli spazi.

Ma c’è anche da considerare che essendo una box che può erogare al max 50w a batteria carica, probabilmente il suo uso è destinato ad atomizzatori più modesti sia di dimensioni che di wattaggi richiesti.

Coral RDA

L’Elaf Coral RDA bottom feeder è a corredo della box Pico Squeeze ed è un atomizzatore molto semplice.

Lo si vede dalle torrette molto vecchio stile con un unico foro ciascuna e viti di fissaggio a croce. La vaschetta è abbastanza capiente ed è dotata di sei fori per il passaggio del liquido. Ill drip tip ha funzione di regolazione dell’aria poiché ruotandolo si può andare ad interagire con i fori dell’aria posti all’altezza delle torrette, soluzione che limita drasticamente la possibilità di perdite.

Peccato che nella confezione non vengano incluse le spare parts di questo atomizzatore (viti di ricambio, o-oring) visto che è un kit rivolto soprattutto a principianti sarebbe stato meglio.

Non ha prestazioni altissime a livello aromatico ma ha una buona produzione di vapore e nell’ottica dell’acquisto in kit entry level è assolutamente in linea con le aspettative di questo segmento di mercato.

Conclusioni

Queste caratteristiche fanno della Pico Squeeze un ottimo entry level BF, poiché garantisce un uso semplice e appagante a chi non ha mai provato il bottom feeder o a chi vuole un muletto.

La Pico Squeeze nel kit con il Coral RDA, sebbene questo sia un atomizzatore abbastanza basic, rappresenta un’ottima soluzione “ready to use” sia per i vaper esperti che per i principianti.